I primi mesi

Nei primi mesi di vita, i bambini respirano esclusivamente attraverso il naso. Durante i primi due o tre anni il bambino non può soffiare il moco da solo.

Il naso è spesso otturato e, di conseguenza, i più piccoli si sentono a disagio e questo disagio può influenzare il sonno e la pappa.

Pulizia del naso bloccato

I pediatri raccomandano in questi casi di pulire il naso chiuso con lavaggi specifici.

I lavaggi consentono di eliminare muco, catarro e qualsiasi piccola crosta del naso. Inoltre, aiuta a pulire le cavità nasali da sostanze irritanti, virus e batteri. Ammorbidiscono anche il muco, facilitando un’eventuale aspirazione.

Il neonato ha il naso chiuso, come comportarsi? Lavaggi nasali, con cosa farli?

Devi prima scegliere con cosa lavare. Esistono pratici flaconcini monodose di varie soluzioni sul mercato. Ci sono sieri fisiologici, termici, acqua di mare sterilizzata, ecc. Sono particolarmente utili quando non sei a casa.

La quantità da utilizzare è di circa 5-10 ml per narice.

Il lavaggio deve essere effettuato con soluzioni a temperatura ambiente, mai caldo. Puoi anche produrre una soluzione salina “fai da te” a casa. Composto da 90% di acqua e 10% di sale. Basta bollire circa mezzo litro di acqua (per sterilizzarla) e sciogliere 4,5-5 grammi di sale grosso da cucina.

Lavaggi nasali, come si fanno?

L’operazione è semplice:

  1. Appoggiare il bambino sul fasciatoio o sul letto e inclinare leggermente la testa di lato. Fare attenzione a non spingere indietro la testa, altrimenti la soluzione di lavaggio finirà in gola e farà tossire il bambino.
  2. Inserire delicatamente la fiala o la siringa senza ago nella narice sul lato più lontano dalla superficie di supporto. Spruzza delicatamente ma con fermezza il liquido: lo vedrai uscire dalla narice opposta. Ad esempio: se il bambino è appoggiato a destra, spruzzerai la soluzione nella narice sinistra e vedrai che esce dal lato destro.
  3. Ripetere dall’altra parte

Aspiratori nasali

E’ utile soprattutto se il bambino è piccolo e non può soffiarsi il naso da solo. In questo caso, un aspiratore nasale è utile per rimuovere muco o secrezioni che non sono state rimosse mediante lavaggio. Esistono diversi modelli, elettrici o a bocca, manuali. La scelta dipende dalla famiglia. Tieni conto, tuttavia, che i pediatri affermano che i modelli elettrici possono essere un po ‘più aggressivi. In effetti, esiste il rischio di danneggiare la mucosa nasale. Per questo motivo è meglio utilizzare aspiratori manuali come l’aspiratore nasale Ritalia, dove è possibile controllare facilmente l’aspirazione.

Quando fare i lavaggi nasali?

È necessario quando il bambino mostra un evidente disagio a causa del suo naso chiuso. I lavaggi sono generalmente utili prima della pappa. Sono utili anche di notte prima di andare a dormire, per facilitare la respirazione durante il sonno.

Inoltre, l’aspiratore nasale Ritalia è davvero facile da usare e da lavare, quindi puoi usarlo ogni volta che il bambino ne ha bisogno.